•  
  •  
La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) 
   
La maggior parte dei pazienti che soffrono di BPCO in Europa e negli Stati Uniti sono o sono stati fumatori, mentre in Asia la causa è soprattutto la cottura di cibi sul fuoco aperto. Inoltre una forma ereditaria di BPCO è dovuta all’assenza dell’enzima α1-Antitrypsin il quale è responsabile del 2% di tutti i casi di BCPO. La BCPO non può essere guarita, solo i sintomi possono essere alleviati. La diagnosi è laboriosa siccome molti sintomi sono simili a quelli dell’asma. Attualmente al mondo la BPCO è la quarta causa di decesso e l’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) stima che nel 2030 sarà la principale causa di decesso. Potete trovare una più ampia informazione sul sito web dell’OMS (Inglese).
   
Il polmone del fumatore, o BPCO, colpisce il 20% dei fumatori di sigarette nella nostra società ed è al 1.5% a causa genetica. Negli Stati Uniti la BCPO è stata, nel 2009, la terza causa di mortalità. In altri paesi l’inalazione di fumo dovuta a focolai aperti ne è la causa principale. Come per l’asma anche per la BCPO si pensa che l’infiammazione sia dovuta all’aumento della risposta immunitaria ai componenti del fumo. Il polmone del fumatore non è curabile, il suo corso può essere solo ritardato con i medicamenti attuali. Negli ultimi 10 anni diversi studi hanno dimostrato che oltre all’infiammazione nella BCPO si manifestano cambiamenti strutturali nei tessuti delle vie respiratorie inferiori e anche in questo caso si pensa che siano la causa principale dell’infiammazione. Con queste basi siamo alla ricerca di trattamenti specifici.